Militello Rosmarino

E' un piccolo centro in provincia di Messina di quasi 2.000 abitanti e posto a 420 metri sul livello del mare.  Il centro si fa notare perchè rientra in quel circuito di paesi sorti in epoca normanna sulla costa tirrenica del Valdemone.

Il suo Castello, oggi malauguratamente in rovina, fu edificato intorno il 1090. Tale fortezza fu il centro di raccolta dell'abitato medievale.  La cinquecentesca Chiesa dell'Annunziata ingloba anche i corpi di un convento domenicano e si presenta con notevoli opere di scultura rinascimentale. Al suo interno troviamo, tra l'altro, anche un'arcata contenente la statua della Madonna col Bambino. 

La Chiesa intitolata a San Domenico, invece, custodisce il sepolcro di Laura Rosso, moglie del Barone Enrico Rosso, il mecenate di Militello.  Infine, e' da citare la Chiesa intitolata a San Sebastiano in cui troviamo, tra l'altro, una seicentesca tela raffigurante la Madonna tra San Sebastiano e San Rocco. Non bisogna dimenticare poi di assaggiare il dolce tipico di Militello,  i cosiddetti "giambellotti".